Please activate JavaScript!
Please install Adobe Flash Player, click here for download

CAD/CAM - international magazine of digital dentistry, Italian Edition, No.2, 2017

metro e 11 mm di lunghezza, e in posizione 3.5 di dimensioni 3,75 mm di diametro e 13 mm di lunghezza. I due impianti distali vengono posizionati in- clinati distalmente per ridurre il cantilever degli elementi della protesi. Gli impianti vengono in- seriti con un torque di circa 40 N/cm. Si posizio- nano poi i monconi per protesi avvitata, per i tre impianti mesiali dritti e per i due distali angolati (Moncone dritto per protesi avvitata e Monco- ne angolato a 17° per protesi avvitata, Edierre Implant System, Genova, Italia). Infine, si effet- tua una sutura riassorbibile 4-0 (Vicryl, Ethicon, Johnson & Johnson) (Figg. 7a-7d). Quindi, si posizionano gli abutment appositi per realizzare un’impronta digitale con scanner intraorale (MHT 3D Progress, Verona, Italy) e si procede poi a rilevare le impronte digitali scan- sionando l’arcata superiore, quella inferiore e il loro rapporto (Fig. 8). Le impronte così realizzate producono dei file che devono essere “puliti” prima di essere utiliz- zati; successivamente devono essere progetta- te le diverse componenti (Dental CAD, Exocad, Darmstadt, Germany) da librerie implantari CAD digitali (Dental Knowledge, Milano, Italia) e solo dopo questi passaggi i file sono pronti per essere trasmessi al fresatore. La mesostruttura viene realizzata tramite un disco in fibra (Disco in Fibra, Bioloren®, Sa- ronno, Italy) che ha un modulo elastico molto simile quello delle strutture anatomiche (Figg. 9a, 9b). Si ottiene quindi una struttura in grado di resistere agli stress occlusali e di smorzare le forze trasmesse agli impianti. Alla mesostrut- tura vengono poi incollate le cappette tramite cemento (Relyx Unicem, 3M). Gli elementi den- tari vengono invece realizzati con del compo- sito amorfo a reticolazione incrociata che of- fre caratteristiche fisiche più elevate rispetto case report _ restauro immediato Fig. 8_Abutment per impronta digitale. Figg. 9a, 9b_Mesostruttura in fibra. Fig. 8 Fig. 9a Fig. 9b ai tradizionali PMMA (breCAM.HIPC, Bredent, Senden, Germany). I denti vengono poi uniti alla mesostruttura con un composito duale (combo. lign, bre CAM, Bredent, Senden, Germany). In- fine viene realizzata la flangia mucosa (Masse GUM, crea.lign GEL, bre CAM, Bredent, Senden, Germany) e la protesi è pronta per essere con- segnata (Figg. 10a, 10b). Figg. 10a, 10 b_Protesi definitiva. Fig. 10a Fig. 10b 2_2017 13

Sito